La dipendenza affettiva danneggia la relazione

La dipendenza affettiva: riconoscerla e superarla

pubblicato in: Relazioni | 0

La dipendenza affettiva è una schiavitù nel senso più stretto del termine: è un fenomeno che trasforma la relazione in una fonte di insoddisfazione perchè si fa dipendere la propria felicità dal partner o da un amico.

 

Essa trasforma il rapporto in una patologia che trova terreno fertile nella mancanza di autostima: la scarsa o addirittura l’assenza di fiducia in se stessi  innesca un meccanismo che porta ad invischiarsi in un rapporto, rendendolo vitale per la propria sopravvivenza emotiva.

 

Ci sono circostanze in cui è estremamente facile cadere nella trappola della dipendenza affettiva: situazioni di degrado sociale, contesti in cui la propria libertà è limitata, vite condotte lontano da stimoli e attività ricreative, analfabetismo, povertà… ma accade anche in situazioni “normali” dove semplicemente si è fragili a livello emotivo.

 

La strada per uscire da questo legame malato è percorribile sotto su più fronti: ci sono gli specialisti per i casi in cui la situazione è cronica ma, nei casi in cui ci si rende conto di ciò che sta accadendo, è possibile iniziare un percorso di crescita personale sulla conquista della propria autostima, elemento questo fondamentale per non ricadere nella dipendenza.

Relazione di coppia
La dipendenza affettiva danneggia la relazione

 

La relazione di coppia o i rapporti di amicizia sono sani quando sono equilibrati: l’altro è un valore aggiunto, un qualcosa in più che ci arricchisce ma non può essere la colonna portante del nostro benessere emotivo.

Donare amore è una cosa, esserne schiavi è tutt’altro.

 

“La coppia è forte quando forti sono le individualità che la compongono” così scriveva Gibran sul rapporto matrimoniale, ma si può estendere per analogia questa riflessione anche alle coppie di fatto e ai rapporti di amicizia.

 

Quindi è possibile lavorare sulla propria autostima per superare o prevenire la costruzione di rapporti basati sulla dipendenza affettiva: scrivimi per fissare un primo colloquio e per scoprire se ti trovi in una situazione così.

Lascia una risposta